Green school

In principio fu “I guardiani della luce”. Poi vennero le Green School e oggi, in quel territorio, ci sono qualcosa come 65 plessi scolastici che hanno aderito mettendo in piedi azioni concrete per la riduzione dell’impronta ecologica delle comunità scolastiche.

Rifiuti, mobilità, energia, e poi ancora biodiversità e stili di vita. Sono così tante le cose che si possono fare, per cambiare le cose…

Tutta l’energia che occorre

Sono pionieri. Hanno lo sguardo lungo di chi sa progettare, immaginando.

Far parte di questa avanguardia è un privilegio, e una sfida che stiamo vincendo un giorno dopo l’altro.

L’accordo per la fusione di queste due esperienze incredibili è proprio una buona notizia.

Sotto lo stesso tetto…

Vedova e senza figli. Ottant’anni e ancora in gamba. Ma troppo sola nel grande appartamento in centro a Bologna.

Dall’altra parte una giovane con un figlio piccolo, anche lei sola.

Una delle tante storie incredibili di questa bellissima storia.

Operazione equiseto

Si chiama Operazione Equiseto ma è a tutti gli effetti la prima impronta che il Festival della Lentezza lascerà a Colorno, in vista della terza edizione della manifestazione culturale che quest’anno andrà in scena dal 16 al 18 giugno prossimi.

Alla chiamata on line per la ricerca e selezione dei volontari hanno risposto più di 70 persone da tutte le parti d’Italia. Di queste ne sono state scelte quaranta, che si presenteranno a Colorno sabato prossimo per una giornata formativa, finalizzata a far conoscere loro gli spazi della Reggia, dell’Aranciaia e del Giardino storico dove si svolgerà il festival.

I volontari saranno chiamati a svolgere giochi e lavori di squadra, per favorire uno spirito di gruppo e condivisione. Tra questi, l’organizzazione in collaborazione con l’amministrazione comunale, ha deciso di donare parte del tempo che i ragazzi spenderanno a Colorno, per pulire un pezzo di Paese.

E’ un gesto per restituire alla comunità che ci accoglie ed ospita qualcosa di concreto e utile. Una piccola cosa, che pensiamo però possa essere vista positivamente dai colornesi – dichiara il direttore artistico della manifestazione, Marco Boschini -. L’abbiamo chiamata “operazione equiseto” perché l’operazione principale sarà proprio quella di pulire manualmente il parterre del giardino ducale, dove questa erba infestante crea notevoli problemi di manutenzione”.

Il Comune, grazie al supporto del consigliere delegato Maurizio Segnatelli, metterà a disposizione un mezzo che sarà guidato da un volontario della Protezione Civile e i guanti con le attrezzature che saranno consegnati ai volontari.

Il Festival della Lentezza nasce anche come un ripensamento del nostro rapporto con la natura e il nostro impatto sull’ambiente. Ci sembrava quindi doveroso fare qualcosa di concreto a favore del territorio colornese”.

Il Festival della Lentezza si svolgerà dal 16 al 18 giugno con un’anteprima giovedì 15 giugno. Il programma della manifestazione e tutte le informazioni utili sono reperibili sul sito ufficiale del festival: www.lentezza.org.

 

 

Ci sono tanti modi di camminare…

Si svolgerà presso la Reggia Ducale di Colorno (PR) la prossima edizione del “Festival della Lentezza”, manifestazione culturale promossa dall’Associazione Comuni Virtuosi in collaborazione con il Comune di Colorno.

Il tema dell’edizione 2017 sarà il cammino, e intorno all’idea poetica è stato costruito il programma culturale dell’evento, che alternerà concerti a spettacoli teatrali, presentazioni di libri a incontri pubblici. Una parte importante della tre giorni vivrà dei laboratori e delle attività ricreative pensate per bambini e famiglie.

Ci sono diversi modi di camminare, e durante il festival proveremo ad approfondirne alcuni – dichiara Marco Boschini, coordinatore della rete e direttore artistico. – Si parlerà del cammino interiore di ciascuno di noi, ma anche del cammino della fuga con gli esempi di accoglienza e integrazione che porteremo a Colorno. Ci sarà spazio anche per il cammino del viaggio legato al turismo, con la vetrina dei borghi virtuosi e molto altro ancora”.

Al Festival saranno presenti, oltre al mercato contadino di Colorno, alcuni produttori del centro Italia, colpiti dal sisma dello scorso anno. Un modo concreto per supportare aziende agricole di qualità acquistando tipicità biologiche a km zero.

Tanti gli ospiti illustri attesi nei tre giorni della manifestazione: da Aldo Cazzullo a Giuseppe Ayala; da Barbara Schiavulli a Gherardo Colombo fino alla Banda Osiris che concluderà insieme a Telmo Pievani e Federico Taddia l’edizione 2017 del Festival.

Il programma completo è scaricabile (dal 15 maggio) sul sito ufficiale del festival. Per informazioni e richieste è possibile scrivere qui: festivalentezza@gmail.com.

Le auto di Bolzano

Bolzano e Valle d’Aosta: pare che lo status di Province (e Regioni) a “statuto speciale” permetta alle amministrazioni locali di favorire le auto a basso impatto ambientale.

Un interessante articolo tratto da “La Stampa” che racconta di amministratori locali che guardano al futuro, trasformandolo in presente.

Ritornello

Ripetiamolo come un ritornello. In fretta, più e più volte. Ad alta voce.

Perché alle bombe affiancheranno il bombardamento retorico dei “dobbiamo” e dei “ce lo chiede la Nato”.

Ci vomiteranno addosso tutta la loro ignobile forza, e arroganza. “Poveri illusi”, “buonisti”, “che il mondo non si governa con la pace”, “che qui si esporta democrazia e benessere”.

L’Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali; consente, in condizioni di parità con gli altri Stati, alle limitazioni di sovranità necessarie ad un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia fra le Nazioni; promuove e favorisce le organizzazioni internazionali rivolte a tale scopo.