Tesoreria disarmata a Monsano

banche armate

Tratto dal sito www.comunivirtuosi.org

Una tesoreria comunale ‘non armata’ a Monsano (AN)
Approvato dal Consiglio Comunale di Monsano lo schema di convenzione per l’affidamento del servizio di tesoreria. Accesso negato alle ‘banche armate’.

Il Consiglio Comunale di Monsano, nella seduta odierna, ha approvato lo schema di convenzione per l’affido del servizio di Tesoreria, in scadenza allla fine dell’anno, della durata di cinque anni, fino al 31 dicembre 2010.

Nello schema di convenzione, l’Amministrazione comunale ha voluto inserire un forte elemento di natura etica, recependo gli obiettivi della ‘campagna di pressione alle banche armate’, promossa dalle riviste ‘Missione Oggi’, ‘Nigrizia’ e ‘Mosaico di Pace’, per favorire un controllo attivo dei cittadini sulle operazioni di finanziamento/appoggio delle banche al commercio delle armi.

A tal fine, tra le condizioni per l’ammissione alla gara, deve risultare da parte dell’Istituto di credito una dichiarazione formale di “non avere effettuato nel biennio 2004-2005, e di non intrattenere nel periodo di affidamento del servizio di Tesoreria, transazioni bancarie in materia di esportazione-importazione e transito di materiale di armamento, come defnito dall’art.2 della legge 185/90”.

La relazione per il 2004 sulle ‘operazioni autorizzate e svolte per il controllo dell’esportazione, importazione e transito dei materiali di armamento nonché dell’esportazione e del transito dei prodotti ad alta tecnologia’, a cura del Ministero dell’Economia e delle Finanze-Dipartimento del Tesoro, ascrive alla cifra di € 1.317.683.247,31 il totale delle operazioni bancarie autorizzate da diverse banche e gruppi bancari esteri e nazionali, tra cui Capitalia, S. Paolo-IMI, BNL e Banca Antonveneta. Un giro di affari stratosferico, che coinvolge diversi paesi dell’Unione Europea, e di cui una parte significativa delle armi prodotte ed esportate dall’Italia è praticamente scomparsa dalla possibilità di controllo degli organi parlamentari, della stampa e dell’opionione pubblica, a causa delle modifiche apportate in diversi articoli della legge 185/90 dalla Legge n° 148 del 17 giugno 2003, relatori gli On. Gustavo Selva e Cesare Previti.

L’iniziativa del Comune di Monsano assume dunque un grande valore, concreto oltre che simbolico, ed è volta a sensibilizzare l’opinione pubblica e tutte le Amministrazioni comunali che hanno, e continuano ad avere il tema della Pace al centro della loro agenda amministrativa.