Il grande cortile

susa

A partire dalla lotta contro la realizzazione del Tav la Val di Susa ha maturato le caratteristiche di un laboratorio politico e di democrazia; in questi giorni, illuminata dai riflettori internazionali delle olimpiadi invernali, si propone come sede per un confronto ampio all’interno del percorso verso un altro mondo possibile.

Lontani anni luce dalla politica istituzionale, condita di par condicio e di insulti a reti unificate, decine di amministratori, gruppi locali, associazioni ambientaliste, reti e comunità di cittadini si ritroveranno a Venaus, Condove, Borgone di Susa, Bussoleno (e altri paesi ormai entrati nell‘immaginario collettivo di questi mesi e anni di lotta contro le grandi opere) per una tre giorni di incontri, dibattiti e confronti chiamata, non a caso, “Il grande cortile“. (www.ilgrandecortile.it)

In questa domenica in cui masticheremo medaglie azzure (si spera), confessioni shock dagli esclusi del grande fratello (si spera di no), liti furibonde zequiliane e Amici squalificati, insomma mentre la televisione continuerà imperterrita nella sua metodica e criminale “operazione ipnosi 2006“, fuori da quei pollici, poco più in là, la vita vera prosegue!