L’inventore dell’Erasmus

Domenico Lenarduzzi, 80 anni, di cui 40 passati all’interno delle istituzioni europee, è l’uomo a cui oltre quattro milioni di giovani devono dire grazie: è lui, nato a Torino da una famiglia di friulani in cerca di fortuna ed emigrato da bambino in Belgio al seguito del padre nelle miniere di Charleroi, ad aver immaginato, disegnato e voluto il progetto Erasmus.

«L’Erasmus per tutti: rimane questo il sogno di mio padre, con borse di studio più cospicue, che permettano ad ogni ragazza e ragazzo, di qualsiasi nazione, di usufruire di un’opportunità unica. L’Europa della cooperazione e dell’integrazione è questa: per costruirla si passa dalla cultura e dall’esperienza concreta. E bisogna coinvolgere tante, tantissime, persone: le rivoluzioni si fanno anche con i numeri».

L’articolo di Federico Taddia per La Stampa.