Ritornello

Ripetiamolo come un ritornello. In fretta, più e più volte. Ad alta voce.

Perché alle bombe affiancheranno il bombardamento retorico dei “dobbiamo” e dei “ce lo chiede la Nato”.

Ci vomiteranno addosso tutta la loro ignobile forza, e arroganza. “Poveri illusi”, “buonisti”, “che il mondo non si governa con la pace”, “che qui si esporta democrazia e benessere”.

L’Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali; consente, in condizioni di parità con gli altri Stati, alle limitazioni di sovranità necessarie ad un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia fra le Nazioni; promuove e favorisce le organizzazioni internazionali rivolte a tale scopo.