Coltivare. Un’idea di futuro

Saper leggere il libro del mondo/con parole cangianti e nessuna scrittura/nei sentieri costretti in un palmo di mano/i segreti che fanno paura/finché un uomo ti incontra e non si riconosce/e ogni terra si accende e si arrende alla pace”. (Fabrizio De André)

C’è qualcosa di più lento della scrittura? Del mettersi in ascolto dei propri pensieri, organizzarsi per farne un tessuto di stoffa da cui ricavare una trama soffice e calda che dia un senso alle nostre intime emozioni?

Con il Festival della Lentezza ci siamo posti l’obiettivo di rimettere al centro il tempo: nelle nostre vite, nell’elaborazione pratica e teorica di un nuovo modello di sviluppo in grado di restituire bellezza alle nostre travagliate quotidianità. L’idea di un concorso letterario non è altro che uno dei tanti strumenti che ci stiamo dando per consentire a quante più persone possibili di mettersi in gioco.

La seconda edizione del nostro concorso letterario resterà aperta fino alla fine di gennaio 2018. Qui potete leggere il regolamento e conoscere da vicino tutte le informazioni utili per partecipare. Intanto, per chi fosse interessato, a questo link potete invece scaricare l’e-book con i racconti dei venti finalisti dell’edizione 2017.

Buona lettura e buona scrittura, insieme.