L’economia solidale funziona

L’economia solidale funziona. E’ una rete di mille e più reti.

Storie ed esperienze che si sommano e si confondono. Crescono, un passo alla volta. Si fanno movimento, azione, altro modello.

Se ne parlerà dal 20 al 22 giugno nel comune virtuoso di Collecchio (PR), qui trovate tutte le informazioni che fanno al caso vostro.

Il regalo di Carlin

È un peccato per me non poter essere presente alla festa dei Comuni virtuosi e de Il Fatto Quotidiano. È un peccato perché avrei davvero voluto conoscere e stringere le mani a ogni Sindaco e amministratore comunale presente: sono gli uomini e donne che tengono a galla quest’Italia, ogni giorno, con un lavoro silente ma illuminato, creativo e propositivo nei termini di quei nuovi paradigmi che agogniamo e che sono quanto mai necessari in questo momento storico.

Mi rendo conto che fare il Sindaco e l’amministratore oggi, soprattutto nelle realtà medio-piccole, ha qualcosa di eroico e richiede un grande impegno: questi sono gli ultimi rari esempi di una politica di servizio vera, tangibile, utile. Questi sono i presìdi di ciò che rimane dello Stato, che dovrebbe farsi carico delle comunità, progettare soluzioni per il risparmio energetico, la raccolta differenziata, lo stop al consumo di suolo, i servizi minimi ma essenziali come la cura degli anziani, le reti con le associazioni di volontariato, e tutte le altre cose che i presenti a questa festa sanno bene perché le realizzano, e non ne parlano soltanto. Il vostro, voi stessi, è un patrimonio che andrebbe profumatamente incentivato piuttosto che ostacolato in ogni modo sotto i colpi di restrizioni di bilancio, tagli, una crescente burocrazia ignorante.

Tutto ciò è ridicolo, perché inoltre questi Amministratori non di rado sono dei volontari che lasciano i loro emolumenti nelle casse del Comune, a disposizione per interventi di manutenzione, ristrutturazioni, il verde pubblico, altre evenienze. E che dire dei Consiglieri, forti dei loro rimborsi irrisori? Persone che lo fanno per passione e per spirito di appartenenza a una comunità, segni di una vitalità e di un’abnegazione che quasi sempre riescono a superare le beghe paesane per conseguire il bene comune.

 

E in tema di beni comuni eccone un altro sotto attacco, che voi difendete con competenza e fatica ogni giorno: parlo della democrazia partecipata delle comunità. Ne siete i rappresenti e siete i modelli virtuosi che insegnano quanto si possa fare a livello locale, il luogo dove germogliano i semi del futuro, dove – per parafrasare una metafora di Edgar Morin che mi piace tantissimo – “se è vero che tutto deve ricominciare, tutto è già ricominciato”. Godetevi la festa, vi seguirò a distanza con piacere e ammirazione.

Un’APP è per sempre

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=Z8BQ0pb6bLQ[/youtube]

 

 

 

 

Vogliamo dare un’opportunità concreta ai giovani tra i 18 e 25 anni, per sviluppare un’APP dedicata alle pubbliche amministrazioni. Un modo concreto per ridurre la distanza tra cittadini e politici.

Potete dare il vostro contributo qui: www.becrowdy.com/un-app-e-per-sempre

Aiutateci a sostenere il buonsenso!

Le buone idee vanno condivise

Si intensificano gli appuntamenti con la nostra “Scuola di Altra Amministrazione”. Nelle prossime settimane avremo 3 appuntamenti per consentire a tutti i candidati d’Italia di conoscere da vicino alcune tra le più significative esperienze amministrative in campo ambientale.

Istruzioni imperdibili per entrare nei meccanismi complessi di una macchina comunale, buone pratiche relative alla gestione dei rifiuti e all’energia, alla tutela del territorio e ai beni comuni.
Ma anche patto di stabilità e burocrazia: tutto ciò che c’è da sapere per fare la rivoluzione una volta entrati nelle istituzioni.
I prossimi appuntamenti sono previsti a Padova, l’11 aprile, nell’ambito del “Festival della cittadinanza”; il 3 maggio nel Comune virtuoso di Mezzago (MB); per finire il 10 maggio nel Comune più virtuoso d’Italia, Ponte nelle Alpi (BL).
Le giornate formative hanno un costo di € 50,00 a persona, è possibile iscriversi direttamente on-line qui: www.altramministrazione.it/modulo-di-iscrizione.

Viva la politica!

Normal
0
0
1
372
2124
17
4
2608
11.0

0

14
0
0

La notizia è che anche in Italia si può fare politica con spirito di servizio, trasparenza, onestà, concretezza e buon senso. Nonostante tutto.

Ce lo dicono le migliaia di donne e uomini che stanno dentro le istituzioni e amministrano gli enti locali facendo del proprio meglio, ogni giorno, per dare risposte alle tante domande dei cittadini, immaginando (e costruendo) un futuro diverso e sostenibile rispetto al presente grigio che stiamo vivendo.

Per anni siamo stati abituati ad una narrazione della politica e delle istituzioni sempre e solo negativa. La casta, gli sprechi, i privilegi, gli scandali e la corruzione. Fa più rumore un albero che cade di una foresta che cresce, e i media rincorrono e alimentano avidamente quel senso di alienazione e sconforto che attraversa pericolosamente le comunità locali. “Fa tutto schifo, sono tutti ladri, non cambierà mai nulla”…

Di riflesso, anche i partiti tradizionali sono stati investiti da questa ondata (spesso legittima) di antipolitica, quali strumenti di malgoverno e gestione di affari per pochi.

Ma l’Italia, e il PD, sono pieni di servitori dello Stato che hanno saputo costruire progetti incredibili di cambiamento con il coinvolgimento attivo dei cittadini. Sindaci con la schiena dritta e gli occhi puntati all’orizzonte, nella consapevolezza che il cambiamento per essere efficace deve arrivare dal basso ed essere contagioso.

Nella mozione di Civati per il congresso abbiamo messo al centro tutte queste esperienze, facendone sintesi e progetto nazionale, per un Paese profondamente diverso, rinnovato. Ecco perché abbiamo pensato ad una giornata in cui dar voce a chi voce non ha.

Un incontro per far conoscere le storie, i progetti, le idee virtuose di tanti sindaci, assessori, consiglieri comunali, iscritti/volontari del PD, “semplici cittadini”. Gente che non va in televisione e le cui storie non vengono raccontate dalle firme autorevoli del giornalismo italiano. Ma che le cose le cambiano per davvero, da anni, nell’indifferenza generale di una politica miope.

Viva la politica, dunque. Ci vediamo il 2 novembre a Pesaro, al cinema ASTRA (Via Rossini 82 dalle 15.30). Per intervenire inviate una mail a marcoboschini chiocciola alice punto it, indicando nome, cognome, ente di appartenenza, incarico ricoperto e 5 righe di descrizione del progetto/storia che volete raccontare e/o della proposta che volete sottoporre al candidato segretario nazionale del PD.

Avrete a disposizione un microfono e 3 minuti.Al centro ci saranno le storie e i loro protagonisti, che fanno vivere la politica.

La rivoluzione

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=oyaBZ-RJkjY[/youtube]

 

 

 

 

 

Domani sera, giorno del mio compleanno, sono al “Fuori Orario” di Taneto di Gattatico (RE) a presentare il mio ultimo libro “Nessuno lo farà al posto tuo” (EMI, www.emi.it).

Come dice Vasco Rossi nel suo ultimo pezzo “si può cambiare solo se stessi, sembra poco ma se ci riuscissi faresti la rivoluzione…”.

Vi aspetto, per chi vorrà esserci, dalle 20.30 per la cena (grazie a Franco Bassi e ai soci del circolo).

Nessuno

Mercoledì 30 ottobre presenterò il mio ultimo libro al Fuori Orario, a Taneto di Gattatico (RE).

Con me ci sarà Andrea Saccon, l’ortolano in bicicletta che ha cambiato vita dimostrando con l’esempio che cambiare si può.

Vi aspetto!

Partecipate!

Due appuntamenti importanti della nostra amatissima associazione.

Il primo è la Settimana nazionale “Porta la Sporta“, nata, pensata, costruita e realizzata grazie a quel mostro di ostinazione, forza e coraggio di Silvia Ricci.

Il secondo è l’iniziativa “Meno rifiuti più benessere“, effetto collaterale di un’idea diversa di sostenibilità, uno dei tanti germogli cresciuti nel tempo che Silvia ci ha dedicato negli anni.

Che dire, grazie a lei e a tutti quelli che si sono lasciati contaminare (enti locali, negozi, centri commerciali, famiglie, associazioni…). E vediamo di partecipare anche quest’anno, in massa!